RAFFLES MILANO ISTITUTO MODA E DESIGN: CORSI TRIENNALI D’ALTA FORMAZIONE

Sono aperte le iscrizioni per l’anno accademico 2022/2023. Per tutti coloro che si iscriveranno entro il 31 dicembre 2021 è previsto l’Early bird che permette di ricevere uno sconto di 3.000 euro sulla retta di frequenza.

 

FASHION DESIGN
Fashion design: progettare abiti, accessori, tendenze e nuovi stili di vita

Il sistema della moda è un territorio vasto, articolato, anche imprevedibile, in cui il senso del classico riesce a incontrare la sperimentazione più spinta. Non esistono ricette per emergere. Esiste la predisposizione al lavoro, il desiderio di conoscere e di misurarsi con il mondo esterno e le sue mille culture: alta, pop, etno…Esiste un occhio acutissimo – che va allenato – capace di cogliere il più piccolo dettaglio. Un occhio che conosce i metodi sartoriali tradizionali ma non ha paura di proporre un’eleganza irriverente.

Il corso è rivolto a candidati spinti da una sincera passione per il design, lo stile e il costume e desiderosi di intraprendere una carriera nel mondo della moda.
Infatti, il ruolo del fashion designer non è solo quello di ideare abiti e accessori, ma anche quello di proporre tendenze e nuovi stili di vita.

Una volta completato il percorso triennale, gli studenti saranno pronti per entrare nel mondo della moda. Oltre alle carriere “classiche” gli studenti potranno affrontare anche ruoli interdisciplinari, legati a ricerca, comunicazione e distribuzione all’interno del sistema internazionale della moda.

 

INTERIOR DESIGN
Interior design: progettare arredi, spazi retail, allestimenti e atmosfere

Progettare vuol dire trasformare il mondo, partendo dalle cose più semplici per arrivare a quelle più complesse. Il design non è solo una disciplina che insegna a inventare e migliorare la vita materiale: è un modello che ci indica quanto il piano del piccolo e del grande siano legati da fili invisibili. È l’arte del cambiamento, della responsabilità e dell’impegno.

Il corso è rivolto a studenti con uno specifico interesse per il progetto degli ambienti, per lo studio dei materiali, l’illuminotecnica e i complementi d’arredo.

I diplomati saranno in possesso delle competenze per inserirsi nel sistema del design all’interno di aziende o come liberi professionisti.

 

PRODUCT DESIGN
Product design: progettare oggetti, sistemi, funzioni per il mondo che cambia

Senza design il mondo sarebbe più povero e faticoso.
La disciplina del design si può definire infatti come un’intelligenza spalmata, che invita a trovare nuovi significati e nuove soluzioni educando le persone a generare valore e valori per il mondo che le circonda. Da sempre il design è un motore potente di progresso sociale, estetico e di pensiero.

Il corso è rivolto a studenti desiderosi di trasformare il proprio talento creativo in capacità di pensiero, ideazione, sviluppo e comunicazione di progetti, prodotti e servizi.

Il corso fornisce gli strumenti di ricerca, le metodologie e i processi per governare la complessità progettuale. Essendo il design per sua natura interdisciplinare, durante il corso vengono forniti gli strumenti per interagire con i vari esperti nella gestione del processo, dall’ideazione del prodotto alla sua commercializzazione.

 

VISUAL DESIGN
Visual design: progettare comunicazione e strategie per il mondo del visibile

La vita contemporanea è costellata da messaggi, immagini, significati simbolici, artefatti e indicazioni complesse. Il Visual design ci orienta nelle città o nei musei, ci fa scegliere i
prodotti anche per il packaging attrattivo e riconoscere l’identità di una marca per un marchio, una pubblicità, una clip o un’interfaccia digitale. Il Visual design affronta tutto il mondo del visibile, ed è l’ambito in cui il progetto estetico-funzionale risponde alle domande sempre più complesse poste dagli scenari socioculturali del nostro tempo.
Pertanto, ci si focalizzerà nelle discipline del progetto come, ad esempio, graphic e digital design, lettering, fotografia e video; nelle scienze sociali come antropologia, teorie della comunicazione e dei mass media, sociologia e semiologia; e nella cultura delle arti visive, ossia storia dell’arte e del design.

È richiesto un netto interesse nelle discipline del progetto (visual, graphic, exhibit e digital design, lettering, fotografia e video), nelle scienze sociali (antropologia, teorie della comunicazione e dei mass media, sociologia e semiologia) e nella cultura delle arti visive (storia dell’arte e del design).

I partecipanti sono i futuri designer della comunicazione digitale e analogica, direttori creativi, esperti di brand. Al termine degli studi lo studente sarà un visual designer della comunicazione digitale e analogica, professionisti di brand e direttori creativi.

Menu