Quasi tutto pronto per la 13^ Edizione di Punto di Incontro: 27-28 ottobre 2021, Fiera di Pordenone

Due giornate dedicate a orientamento, formazione e lavoro per scegliere consapevolmente il proprio futuro

Guardare al futuro informandosi e confrontandosi con tante realtà imprenditoriali, formative, istituzionali. Parlare di futuro offrendo concreti spunti di riflessione, presentando in modo puntuale percorsi di studio, opportunità lavorative, occasioni di formazione in Italia e all’estero. Partire da qui per imbastire il proprio domani.

Tutto questo è Punto di Incontro, Salone dell’orientamento, formazione e lavoro giunto alla sua tredicesima edizione, che vuole essere un’occasione di informazione, confronto e dialogo, aperto a tutti coloro che sono interessati ad approfondire le opportunità di formazione e lavoro.

Due giorni, 27 e 28 ottobre, densi di appuntamenti importanti, all’interno di una Fiera che si rivolge alle giovani generazioni, alla ricerca di spunti per orientarsi nelle scelte formative post-diploma e nelle prime opportunità lavorative, ma anche a chi desidera riqualificare il proprio profilo professionale, specializzarsi o cambiare impiego.

La proposta espositiva di Punto di Incontro è fra le più diversificate, proprio per permettere una panoramica completa su offerta formativa e lavorativa. In queste due giornate, vi sarà la possibilità per i visitatori di entrare in contatto con circa settanta espositori fra, solo per citarne alcuni, università, Bocconi e IULM di Milano, IUAV di Venezia, Università degli studi di Trieste, Udine, Bolzano e Urbino, Accademia delle Belle Arti di Brescia Santa Giulia, Conservatorio di Musica Tartini di Trieste, ITS e formazione post diploma, Accademia Nautica dell’Adriatico, Nuove Tecnologie della Vita Alessandro Volta, MITS business school, imprese, forze dell’ordine, servizi per l’impiego, agenzie del lavoro, ADHR, APIS, Archimede, FVJOB, GIGROUP, Manpower, Umana, associazioni di categoria, ordini professionali e sindacali, istituzioni. Questo format fieristico, ormai consolidato, propone oltre agli stand espositivi, un ricco programma di incontri completamente gratuiti, quasi tutti sold out ancora prima dell’inizio della manifestazione. In calendario, ci sono infatti oltre 100 workshop e incontri dal taglio molto pratico, proprio per offrire ai partecipanti spunti e aiuti concreti. Tanti consigli per scrivere il proprio CV e sostenere in modo brillante un colloquio di lavoro e ancora opportunità per parlare di imprenditorialità e libera professione, ma anche presentazioni di aziende e ordini professionali, università e scuole di specializzazione. Tra i temi al centro degli incontri: CSR Business Game: entrare in azienda…giocando!! una piattaforma online che permette di simulare in proprio ingresso nel mondo aziendale, trasformando i partecipanti in veri e propri manager; la formazione per la salute del futuro: l’importanza di essere protagonisti nel settore medicale; sviluppi del mercato del lavoro nel settore della logistica in Friuli Venezia Giulia; il processo decisionale: aspetti teorici e strumenti regionali; tutto quello che devi sapere se cerchi lavoro all’estero; 50 secondi per (con)vincere: elevator pitch, tik tok, o colloquio di lavoro; paese che vai, CV che trovi, dall’idea al progetto: come creare un’impresa; Fare, Sapere, Cambiare: di quali competenze avremo bisogno domani? come diventare imprenditore. Anche l’EFASCE – Ente Friulano Assistenza Sociale Culturale Emigranti è tra i protagonisti di Punto d’Incontro. “Un importante momento dedicato a chi cerca la propria strada nella vita – spiega il presidente dell’EFASCE Gino Gregoris – a cui siamo molto felici di partecipare portando le esperienze dei nostri corregionali che si sono fatti strada all’Estero e che sono pronti a condividere quanto hanno vissuto e imparato con i giovani della propria terra d’origine“. Questi i testimonial presenti fisicamente in fiera nell’incontro dal titolo “Restare o partire”: Andrea Mucignat, ingegnere di architetture software, inventore di 37 brevetti e una carriera tra Cupertino, Palo Alto e San Francisco , Paolo Bergamasco, laurea in scienze e biologia forestali, un’esperienza decennale come educatore ed una carriera nel mondo della ristorazione, oggi Head Chef presso il Ristorante Sorellina a Gothenburg, Svezia, Matteo Maria Giordano, esperto in media education e comunicazione digitale, Mariaceleste Aragona, ricercatrice capo in biologia delle cellule staminali, vive e lavora in Inghilterra. Anche il mondo del lavoro è protagonista a Punto di Incontro grazie alla presenza di tante agenzie di selezione personale e aziende, anche multinazionali, alla ricerca di talenti: Brovedani, Bortolin Kemo e Alleanza Assicurazioni sono solo alcuni dei nomi presenti.

All’interno del sito web della manifestazione un’intera sezione è dedicata proprio al Talent Matching, qui sono raccolte oltre ottanta offerte di lavoro relative a posizioni aperte in diverse aziende, alla ricerca di profili con diverse professionalità. Durante le due giornate di Punto di Incontro, gli interessati potranno presentare il proprio CV e sostenere un primo colloquio direttamente in fiera.

La manifestazione è organizzata da Pordenone Fiere e Fondazione Friuli con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia. Punto di Incontro è realizzato con la collaborazione di diverse realtà del territorio, che formano il Comitato Promotore: Camera di Commercio di Pordenone e Udine, Concentro Azienda Speciale della Camera di Commercio di Pordenone e Udine, Centro Regionale di Orientamento, Comune di Pordenone, Consorzio Universitario di Pordenone, Confindustria Alto Adriatico, EURES. Main sponsor della fiera è la Banca di Credito Cooperativo Pordenonese e Monsile, che sostiene l’iniziativa.

Ci aiutano nella manifestazione FVJOB, uno dei portali social di riferimento nel mondo del lavoro e dell’orientamento in FVG e TUTTO FORMAZIONE, ritenuto il primo portale in Italia dedicato esclusivamente alla formazione, entrambi media partner di PDI da diversi anni.

La manifestazione rappresenta senza dubbio un progetto dal forte impatto sociale, sul quale lavora questo Comitato che ogni anno cerca di apportare nuovo valore aggiunto alla fiera, al fine di renderla sempre in linea con gli sviluppi del mondo del lavoro e della formazione.

Si rinnova, inoltre, anche quest’anno la collaborazione con l’Istituto di Istruzione Superiore “Federico Flora” di Pordenone che mette a disposizione dell’organizzazione i propri ragazzi nel servizio hostess: un’occasione per muovere i primi passi nel mondo del lavoro e mettersi alla prova.

“Punto di Incontro, durante questi anni, è diventato un appuntamento di grande richiamo sia per le scuole che per le imprese e gli enti attivi nel campo della formazione. Il fine di questa manifestazione è proprio creare occasioni di confronto intorno alla tematica ‘futuro’, estremamente sensibile per i nostri giovani, ma anche per tutte quelle persone desiderose di rimettersi in gioco nel mondo del lavoro, riqualificando il proprio profilo professionale o cercando nuove opportunità” sostiene il presidente di Pordenone Fiere, Renato Pujatti. “Siamo molto orgogliosi di aver costruito un evento di questo tipo e di questa portata. Il fatto che vi siano espositori che partecipano da diversi anni e che sempre più realtà dalle altre regioni di Italia scelgano Punto di Incontro per cercare talenti, è un segnale molto importante che ci fa capire di essere sulla strada giusta e ci stimola a voler fare sempre meglio. Come Pordenone Fiere ci siamo dedicati molto alla realizzazione di questa manifestazione, insieme alla Fondazione Friuli, all’Ufficio Scolastico Regionale e a tutto il Comitato Promotore: a queste realtà vanno i nostri ringraziamenti per il costante impegno nel costruire una fiera sempre al passo con i tempi e in grado di fornire risposte e stimoli a tutti i visitatori che avranno l’occasione di partecipare” conclude Pujatti.

Punto di Incontro 2021

Mercoledì 27 Ottobre dalle 9 alle 18; Giovedì 28 Ottobre dalle 9 alle 17.

Ingresso gratuito con registrazione on line e in fiera.

Per visitare la manifestazione è necessario esibire il Green Pass personale in corso di validità.

Menu