Come diventare Profiler: a Punto di Incontro 2017 Francesco Di Bitonto

profiler-bitonto-728

Cos’è un Profiler e come si diventa?
Quali sono gli strumenti che utilizza?
Quali vantaggi competitivi ti può dare nella professione e nella vita privata?

Risponderemo insieme a queste e tante altre domande, per capire come diventare Profiler, la nuova professione del futuro.

Hai mai visto Lie to me? E’ stato un fenomeno di qualche anno fa nel mondo delle fiction: improvvisamente tutti ci siamo messi a guardare chi avevamo di fronte, come muoveva le mani, dove andavano i suoi occhi mentre ci parlava, che movimenti facevano gli angoli della bocca.
Improvvisamente abbiamo scoperto che i segnali non verbali possono dirci molto di più delle parole e possono aiutarci a capire come una persona ragiona, se ci sta mentendo, se ha paura. E questo è solo una parte del tutto. Perché poi anche le parole sanno dirci molto di più di quanto pensiamo se impariamo ad analizzarle: possono farci capire se la persona con cui ci stiamo rapportando è un “verso” o un “via da”, per esempio. Ma scommetto che non hai idea di che cosa
questo significhi.

Ed è proprio per questo che dovresti voler scoprire chi è un Profiler, che cosa fa, come può sfruttare a suo favore le informazioni che riesce a recepire.

Perché se Lie to me è un film, nella vita reale queste capacità di riconoscere da poche informazioni i tratti fondamentali degli individui, può essere molto, ma molto più importante.
La Profilazione è un sistema basato sulla psicologia e sulla PNL che ti aiuterà a capire come le persone decidono, come ragionano, che stati d’animo ed emotivi hanno e quali stati psicologici li influenzano.
Gli strumenti usati sono il risultato di più di trent’anni di studi e test scientifici consolidati nelle materie che studiano il cervello e la mente umana che hanno dato origine ai 4 Pilastri della Profilazione che verranno presentati durante il Workshop.
Diventare Profiler significa essere un coach e un trainer che conoscendo i propri clienti li aiuta a essere più performanti nella loro vita personale o professionale, ma anche diventare un eccellente negoziatore e un oratore eccezionale che conosce velocemente chiunque ha di fronte.
Tutti possono diventare Profiler? Fondamentalmente sì, soprattutto perché capire le persone è utile in qualsiasi contesto. Pensa ad un professore in grado di comprendere come insegnare davvero ai suoi alunni per poterli coinvolgere, come relazionarsi per far dare il massimo ad ognuno di loro.
O pensa ad un tutore dell’ordine che riesca a capire se quello che è appena entrato in banca è un potenziale aggressore.
O a un imprenditore che ha davanti a sé il suo miglior dipendente che però da un po’ non riesce più a dare il massimo: quanto varrebbe essere capace di motivarlo?
Che tu sia un neodiplomato, un neolaureato, un libero professionista, un docente o un imprenditore, diventare Profiler può essere la tua carta vincente.
Vuoi essere il migliore? Questa è la tua occasione!

Chi è Francesco Di Bitonto
Il relatore Francesco Di Bitonto è un esperto di comunicazione efficace e profilazione, Esercita la professione di coach e trainer da 12 anni con all’attivo più di 8000 ore di coaching formativo effettuato a centinaia di aziende e migliaia di persone.
Ha scritto anche un libro, il “Manuale del Facilitatore in azienda” edito nel 2013.

E’ nato a Milano e nel 2005 ha fondato Pyramyde, società specializzata in formazione professionale e si è specializzato in programmi formativi per le diverse funzioni individuali.
Dopo 10 anni di studi approfonditi sulla comunicazione, sul cervello, sull’atteggiamento e sulla psicologia delle persone ha creato la figura del Profiler e forma Profiler in tutta Italia.
E’ stato recruiter per la selezione del personale per il gruppo Audi e Volkswagen, ha una società produzione televisiva e cura la trasmissione Weekend su Marcopolo TV, condotta dal Paolo Notari e ha una conoscenza decennale del Marketing aziendale e individuale 3.0.

Con le sue competenze di Master Profiler insegna, a capire velocemente chi hai di fronte e grazie agli studi sulla PNL, sulla psicologia, sulla comunicazione non verbale e con le conoscenze che ha acquisito sui meccanismi mentali delle persone, aiuta i suoi clienti ad essere performanti nella loro vita personale e professionale attraverso la leadership, il rapport, e l’empatia.
Con i suoi corsi avanzati di public speaking spiega anche come diventare oratori efficaci e persuasivi.

5 ottobre 2017