Più di 5.000 ragazzi in Fiera: un successo la due-giorni dedicata all’orientamento, la formazione e il lavoro

Si chiude con un risultato eccezionale la 5^ edizione di Punto di Incontro alla Fiera di Pordenone. 

Si chiude con un pubblico di più di 5.000 visitatori la quinta edizione di Punto di Incontro, la fiera dedicata all’orientamento, la formazione, il lavoro che si è tenuta giovedì 8 e venerdì 9 novembre alla Fiera di Pordenone. Sono stati soprattutto gli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori, oltre ad universitari e neolaureati ad affollare il padiglione 5 nella due mattinate per visitare gli stand dei 50 espositori presenti e assistere a più di 100 workshop in programma nelle 11 sale incontri allestite. Punto di Incontro nasce da un lavoro di squadra di aziende, enti, istituzioni del territorio uniti per dare una risposta ai giovani che si affacciano al mondo del lavoro. Fanno parte del comitato promotore della manifestazione: la Fondazione CRUP, l’Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia e Pordenone Fiere, co-organizzatori dell’evento, al quale contribuiscono anche Unione Industriali, in particolar modo il Gruppo Giovani Imprenditori, Provincia di Pordenone, Consorzio Universitario, Polo Tecnologico e Manpower . La manifestazione ha il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia, Comune di Pordenone, provincia di Udine e Treviso.

Grande interesse e molto pubblico per l’evento conclusivo del percorso di STARTUP OPPORTUNITY, promosso da Pordenone Fiere e i Giovani Imprenditori di Pordenone, con il contributo della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di sostenere attraverso risorse economiche e servizi la nascita e la crescita di nuove realtà imprenditoriali innovative e generatrici di valore. La scelta delle idee sulle quali investire è stata affidata ad un concorso che ha raccolto 34 progetti di impresa provenienti dal nostro territorio. Una commissione composta da rappresentanti di tutti gli stakeholder dell’innovazione della Regione, tra i quali Polo Tecnologico di Pordenone, Friuli Innovazione di Udine, Area Science Park di Trieste e Friulia ha scelto i 5 finalisti che venerdì 9 novembre hanno presentato il proprio progetto di impresa ad una platea di potenziali investitori individuati fra startupper, venture capitalist, business angel e acceleratori. Tra i progetti a caccia di finanziamento: una piccola stampante in grado di realizzare stampe di ottima qualità su grandi superfici a prezzi ridottissimi, un congegno da applicare alle automobili capace di ridurre il pericoloso l’effetto acqua- planning e una banca dati unica europea con informazioni sul rating delle imprese che attraverso un’apposita applicazione diventa accessibile attraverso gli smartphone. L’incontro è stato introdotto da un intervento in videoconferenza di Alessandro Fusacchia, Coordinatore della Task Force sulle Startup istituita dal Ministro dello Sviluppo Economico e consigliere del Ministro Corrado Passera per gli affari europei i giovani, l’innovazione. Di seguito una tavola rotonda moderata da Omar Monestier Direttore del Messaggero Veneto che ha presentato lo stato dell’arte dell’innovazione nel nostro Paese.

9 Novembre 2012