Folla di ragazzi alla Fiera di Pordenone all’apertura di Punto di Incontro.

La risposta delle istituzioni alla crisi del mercato dell’occupazione: un successo la prima giornata della manifestazione dedicata all’orientamento la formazione il lavoro.

 

Registra più di 2.500 visitatori la prima giornata di Punto di Incontro, la fiera dedicata all’orientamento, la formazione, il lavoro in programma alla Fiera di Pordenone giovedì 8 e venerdì 9 novembre (orario 9.00-17.00). Sono stati soprattutto gli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori ad affollare il padiglione 5 nella mattinata per visitare gli stand dei 50 espositori presenti e assistere a più di 40 workshop in programma nelle 11 sale incontri allestite.

Punto di Incontro nasce da un lavoro di squadra di aziende, enti, istituzioni del territorio che si sono unite per dare una risposta ai giovani che si affacciano al mondo del lavoro. Proprio i rappresentanti del comitato promotore di Punto di Incontro hanno inaugurato la manifestazione parlando direttamente ai ragazzi sul tema “I giovani e il futuro: le istituzioni fanno sistema”. Per primi sono intervenuti i tre co-organizzatori, Alvaro Cardin e Alessandro Zanetti, presidente e amministratore delegato di Pordenone Fiere, Lionello d’Agostini presidente di Fondazione Crup, Cesira Militello dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale, poi hanno dato il loro contributo parlando ai giovani dal loro punto di vista privilegiato sul mondo del lavoro: Bruno Zille, assessore comune di Pordenone, Gianfranco Marino dirigente dell’ufficio politiche del lavoro della Provincia di Pordenone, Enrico Sartor direttore del Consorzio Universitario di Pordenone, Rita Giannetti dirigente del centro Regionale di Orientamento, Franco Scolari direttore del Polo Tecnologico e Gianfranco Pilosio direttore della Banca di Credito Cooperativo. Le conclusioni sono state affidate a Roberto Molinaro, assessore regionale all’istruzione che ha inaugurato la manifestazione sottolineando il coraggio e il grande merito di Pordenone Fiere e degli altri co-organizzatori per il contenuto sociale di questo evento. Dalle registrazioni ai vari eventi fatte via web si attendono ancora più visitatori in fiera nella giornata di venerdì 9 novembre, ultima apertura di Punto di Incontro, che presenta un calendario fittissimo di iniziative: circa 50 tra incontri e workshop su temi legati all’orientamento e alla formazione già tutti in overbooking di prenotazioni e il grande evento conclusivo del percorso di STARTUP OPPORTUNITY, promosso da Pordenone Fiere e i Giovani Imprenditori di Pordenone, con il contributo della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di sostenere attraverso risorse economiche e servizi la nascita e la crescita di nuove realtà imprenditoriali innovative e generatrici di valore. Giovedì 9 novembre a partire dalle ore 9.00 i 5 finalisti selezionati da una commissione composta da rappresentanti di tutti gli stakeholder dell’innovazione della Regione, tra i quali Polo Tecnologico di Pordenone, Friuli Innovazione di Udine, Area Science Park di Trieste, ma anche Friulia, avranno la possibilità di presentare il proprio progetto di impresa ad una platea di potenziali investitori individuati fra startupper, venture capitalist, business angel e acceleratori. L’incontro sarà introdotto da Renato Pujatti Vice Presidente Unindustria Pordenone e da Giuseppe Morandini Presidente Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia; interverrà in videoconferenza Alessandro Fusacchia Coordinatore della Task Force sulle Startup istituita dal Ministro dello Sviluppo Economico e consigliere del Ministro Corrado Passera per gli affari europei i giovani, l’innovazione. Seguirà un tavola rotonda moderata da Omar Monestier Direttore del Messaggero Veneto.

9 Novembre 2012