FAB FA IL “PUNTO”… DI INCONTRO

Il generatore della Cooperativa Itaca presenta le 7 idee d’impresa

FAB sarà presente con un proprio stand informativo al padiglione 5 della Fiera all’interno di “Punto di Incontro”, il salone dedicato al lavoro, alla formazione e all’orientamento previsto l’8 e 9 novembre alla Fiera di Pordenone. Diverse le sessioni previste sul tema “Io e Le Comunità: visioni di sviluppo e competenze”, all’interno dello spazio FAB vi sarà l’opportunità di conoscere “The Village”, il gioco per lo sviluppo delle competenze sociali – elaborato da Dof consulting e Cooperativa sociale Itaca -, che viene usato come strumento di facilitazione all’interno della Academy di FAB.

Faber Academy Box è il generatore d’impresa della Cooperativa Itaca rivolto a persone o gruppi di persone che abbiano un’idea imprenditoriale ad ampio impatto sociale, che siano disoccupate o in condizione di forte instabilità, e che siano disposte a dedicare il loro tempo e impegno all’idea proposta. Nato da un’idea di Itaca e presentato in occasione del Ventennale di fondazione, con FAB la Coop friulana ha voluto restituire alla comunità di appartenenza un contenitore capace di creare progetti di sviluppo e di occupazione.

FAB sta vivendo ora la sua fase di Academy, ovvero tre mesi durante i quali le 7 aspiranti fabers si alleneranno nello sviluppo di competenze tecniche e relazionali, volte ad intervenir nel completamento dell’idea di impresa che verrà poi presentata alle selezione finale di gennaio. L’incubatore sarà presente con un suo stand dedicato al Punto di Incontro e sarà possibile ricevere informazioni su FAB, sulla Academy e conoscere le fabers di questa prima edizione.

Ci sarà anche la crew di Dof con un team di facilitazione a disposizione per sessioni di gioco di The Village, lo strumento per lavorare sulle competenze sociali. The Village, nato da una partnership fra Coop Itaca e Dof, è anche lo strumento di facilitazione che FAB ha scelto di adottare all’interno della propria Academy, in particolare nel modulo sulle competenze relazionali, indispensabili per andare a completare un profilo imprenditoriale interessato a dare il proprio contributo alla comunità in termini di innovazione sociale.

Nel corso delle due mattinate, le sessioni di gioco – rivolte alle singole persone o a gruppi molto ristretti – saranno dedicate in prevalenza all’utilizzo di The Village in una chiave di orientamento, mentre durante i pomeriggi saranno più mirate all’utilizzo delle competenze sociali e trasversali per il potenziamento di progetti di impresa che potrebbero trovare ospitalità all’interno di FAB.

FAB – Faber Academy Box

La scheda

Il senso primo di FAB è intervenire operativamente sui temi urgenti del lavoro e dello sviluppo, scommettendo sul sapere, sulle potenzialità e sulle idee di persone che nessuno sa più dove “collocare” e impiegare. FAB è principalmente un luogo di innovazione sociale, uno spazio di incontro e lavoro fra donne e uomini provenienti da contesti culturali differenti che vogliano scommettere sul proprio sapere, concretizzare un’idea in un nuovo prodotto o servizio per la comunità, grazie al supporto della rete messa a disposizione dalle reti dei partner e dei soggetti promotori del progetto.

FAB cerca progetti e idee sui temi uomo, ambiente e comunità che dimostrino di avere possibilità di trasformarsi in impresa e creare una reale occupazione nel tempo, attraverso la generazione di prodotti o servizi capaci di dare risposte efficaci e sostenibili a bisogni critici emergenti che non sono soddisfatti dalla collettività, ovvero di promuovere e riattivare beni comuni e generare risorse aggiuntive, utilizzando anche le nuove tecnologie.

L’iniziativa ad oggi è interamente finanziata dalla Cooperativa Itaca per un tempo massimo di due anni con l’obiettivo che la stessa riesca a generare dal terzo anno in poi un flusso di cassa, derivante dai proventi generati dai progetti sviluppati, sufficiente a considerarla sostenibile.

Ad oggi sono 7 le idee progettuali che hanno dato vita al primo ciclo di FAB, sono finora entrati in contatto con l’iniziativa e ne hanno a vario titolo appoggiato lo sviluppo Comune di Pordenone, Provincia di Pordenone, Bcc Pordenonese, Legacoop sociali Fvg, Ente Fiera di Pordenone, Aiccon nella persona di Paolo Venturi, Università di Trento nella persona di Luca Fazzi.

Info e contatti: www.i-fab.itinfo@i-fab.it

www.facebook.com/cooperativaitaca

Fabio Della Pietra
Ufficio Stampa
Cooperativa sociale Itaca
Pordenone

www.itaca.coopsoc.it

348 8721497
0434 366064

 

6 Novembre 2012